Loading...

In Primo Piano | Speciale Community

Le date da ricordare. E quali spese mediche scaricare

Il calendario fiscale del 2019

Quest’anno i termini per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi, adempimenti dei sostituti, effettuazione dell’assistenza fiscale sono quelli sotto indicati. Il modello 730 può quindi essere presentato:
al proprio sostituto d’imposta entro il 7 luglio (scadenza invariata ma, per il 2019, cadendo il 7 luglio di domenica, il termine slitta all’8 luglio);
• a un CAF entro il 23 luglio. La consegna al contribuente della copia della dichiarazione e l’invio telematico delle dichiarazioni all’Agenzia avverranno a scaglioni, tra il 29 giugno e il 23 luglio.
• direttamente dal contribuente tramite 730 precompilato all’agenzia delle Entrate, resta fissa la scadenza del 23 luglio.

Quali sono le spese mediche che possono essere scaricate?
• le spese mediche e quelle di assistenza specifica
• le spese mediche generiche, comprese quelle omeopatiche
• i medicinali anche omeopatici acquistabili negli esercizi autorizzati
• le spese chirurgiche, compresi i trapianti di organi; le spese specialistiche
• le analisi, gli esami, le indagini di laboratorio, le cure termali, le terapie, eccetera
• le prestazioni effettuate da fisioterapisti, podologi, tecnici ortopedici, audiometristi, igienisti dentali, ostetriche, logopedisti, oftalmologi, dietisti, chiropratici, eccetera
• l’acquisto e l’affitto di protesi sanitarie e di attrezzature sanitarie: apparecchi per aerosolterapia, siringhe, sfigmomanometro, bombole ossigeno, occhiali da vista (con esclusione delle spese sostenute per l’impiego nella montatura di metalli preziosi, quali oro, argento e platino) e lenti a contatto (comprese le spese per l’acquisto del liquido, indispensabile per il loro utilizzo), apparecchi per fratture (garza e gesso), busti, stecche, eccetera, appositamente prescritti per la correzione o la cura di malattie o di malformazioni fisiche; stampelle, bastoni canadesi, carrozzelle, eccetera
• i ricoveri e le degenze, ma sono escluse le maggiorazioni per i comfort in camera
• i ticket pagati nell’ambito del Servizio sanitario nazionale
• l’assistenza infermieristica e riabilitativa da parte di personale qualificato che sia in possesso di titolo abilitativo, laurea, ecc.
• le prestazioni rese da addetti qualificati all’assistenza alla persona
• le prestazioni rese da addetti qualificati come educatori professionali, animatori, terapia occupazionale e assistenza di nucleo
• i dispositivi medici e medico diagnostici in vitro

Ricordiamo che per le spese sanitarie è riconosciuta una detrazione dall’Irpef di una percentuale della spesa sostenuta (19%) per la parte eccedente l’importo di 129,11 euro (la cosiddetta franchigia).

Per informazioni è possibile rivolgersi a tutti i consulenti CNA Per Te presso gli uffici territoriali di Cna Bologna, oppure scrivere una mail a: cnaperte@bo.cna.it