Loading...

Opportunità per le imprese

Nasce la scuola per l’automotive

Sull'Appennino bolognese un centro di formazione professionale grazie a Istituzioni, Ecipar, associazioni e imprese

Nasce la scuola per l’automotive

Sull'Appennino bolognese nasce un centro di formazione professionale dedicato all'automotive, grazie alla collaborazione tra Comune di San Benedetto Val di Sambro, Città Metropolitana, Ecipar (ente di formazione di Cna Bologna) e il supporto di associazioni e imprese del territorio. La sede sarà l’ex scuola elementare di Ripoli che tornerà a ospitare lezioni grazie ai recenti interventi di ristrutturazione che hanno coinvolto tutto l’edificio.

Il primo corso a partire sarà per Tecnici di lavorazione leghe leggere e metalli tradizionali e avrà una durata complessiva di 300 ore: 150 ore di lezione teorico/pratiche che si svolgeranno da giugno a ottobre 2019 e 150 ore di tirocinio presso aziende del settore.

Per informazioni e iscrizioni contattare la referente del percorso Erika Venturi, tel. 051 4199721 – email: er.venturi@bo.cna.it.
Per maggiori dettagli sul programma consultare la scheda corso>>>

La formazione è rivolta a chi vuole acquisire professionalità nella lavorazione dei metalli in particolare per il mondo dell’auto. Le aziende del settore lamentano infatti la carenza di personale specializzato con cui rispondere ad un mercato sempre più innovativo e in costante crescita.

Il corso preparerà gli allievi sia sul piano teorico che pratico per garantire una crescita professionale che amplierà sensibilmente le opportunità di impiego e sarà suddiviso in tre macro-moduli dedicati a: leghe leggere (alluminio, magnesio ecc.), leghe tradizionali ferro carbonio (acciaio, ferro, ghisa), fibra di carbonio.

Destinatari della formazione sono adulti, sia occupati che disoccupati, anche senza esperienza e competenze pregresse nel settore.

Ai partecipanti sarà data la possibilità di seguire percorsi specifici che le scuole tradizionali non sono in grado di offrire, pensati sulla base delle esigenze delle aziende. Al termine del percorso sarà infatti previsto uno stage di 150 ore, da realizzarsi presso imprese del settore dell’autoriparazione.

Il progetto è stato reso possibile grazie alla sinergia tra i vari partner e la collaborazione con esperti che si sono resi disponibili a curare le docenze. In via di definizione il supporto di “Insieme per il Lavoro” per l’erogazione di possibili finanziamenti.

Il progetto è stato presentato nella sede della Città Metropolitana di Bologna dal Sindaco Metropolitano Virginio Merola. Il Sindaco di San Benedetto Val di Sambro, Alessandro Santoni, ha sottolineato l’importanza del progetto per la valorizzazione dell’Appennino, perché attraverso questo tipo di percorsi si formeranno profili specializzati in grado di essere competitivi in termini di innovazione. Luca Roversi, Direttore di Ecipar Bologna, spiegando che l’obiettivo del progetto è quello di creare una vera e propria scuola, ha sottolineato come "le imprese cerchino personale specializzato che faticano a trovare. Molte inoltre hanno bisogno anche di eredi, perché hanno un problema di continuità”. E infine: “da questa scuola usciranno figure molto appetibili per il mercato sia dell’automotive che di altri settori collaterali”.

Grande soddisfazione dunque da parte degli autoriparatori, rappresentati da Sabrina Betti, Presidente Unione Servizi alla Comunità Cna Bologna, che ha spiegato come sia molto importante insegnare lavori tradizionali nel mestiere dell’autoriparazione ma allo stesso tempo tecniche e attrezzature innovative in grado di stare al passo con il mercato e il futuro del settore.